Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter di Stellantis Communications e resta aggiornato su tutte le novità.

17 giu 2019

SV 24. Non sarà la sigla GTI, ma all’epoca significava molto. Rappresentava potenza, raffinatezza e alto lignaggio. Questa sigla veniva adottata a fine degli anni 80 dall’ammiraglia della Casa del Leone, la 605, presentata nel 1989. PEUGEOT, per il suo prodotto al vertice della gamma di allora aveva pensato ad una estrema evoluzione del V6 PRV nato qualche anno prima e decise di donarle le 4 valvole per cilindro per garantirle ancor più elevate prestazioni, in linea col posizionamento da grande ammiraglia. 200 CV e 235 km/h con uno scatto da 0 a 100 km/h coperto in meno di 8 secondi, numeri che all’epoca significavano tanto e, complice anche una dotazione di serie davvero completissima, permise alla 605 di combattere ad armi pari con l’agguerrita concorrenza, tedesca ma anche italiana dell’epoca. Complice anche l’IVA al 38% prevista per le motorizzazioni oltre i 2 litri di cilindrata, non ne furono vendute molte in Italia, ma oggi rappresenta un investimento interessante nel mondo delle storiche. SV 24. Non sarà la sigla GTI, ma all’epoca significava molto. Rappresentava potenza, raffinatezza e alto lignaggio. Questa sigla veniva adottata a fine degli anni 80 dall’ammiraglia della Casa del Leone, la 605, presentata nel 1989. PEUGEOT, per il suo prodotto al vertice della gamma di allora aveva pensato ad una estrema evoluzione del V6 PRV nato qualche anno prima e decise di donarle le 4 valvole per cilindro per garantirle ancor più elevate prestazioni, in linea col posizionamento da grande ammiraglia. 200 CV e 235 km/h con uno scatto da 0 a 100 km/h coperto in meno di 8 secondi, numeri che all’epoca significavano tanto e, complice anche una dotazione di serie davvero completissima, permise alla 605 di combattere ad armi pari con l’agguerrita concorrenza, tedesca ma anche italiana dell’epoca. Complice anche l’IVA al 38% prevista per le motorizzazioni oltre i 2 litri di cilindrata, non ne furono vendute molte in Italia, ma oggi rappresenta un investimento interessante nel mondo delle storiche.

Iscriviti alla Newsletter.

ISCRIVITI ORA