Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter di Stellantis Communications e resta aggiornato su tutte le novità.

14 mag 2021

Fiat Professional insieme ad Arcese: un impegno comune per un futuro più green

Grazie alla collaborazione con Arcese, prendono il via le missioni urban e near urban di E-Ducato, pronto ad affrontare le sfide del trasporto e della logistica a emissioni zero. “La collaborazione di Arcese al progetto pilota ci consentirà di sviluppare il miglior veicolo elettrico possibile per la loro mission”, ha affermato Eric LaForge, responsabile LCV di Stellantis in Europa.

Fiat Professional insieme ad Arcese: un impegno comune per un futuro più green

 

  • Grazie alla collaborazione con Arcese, prendono il via le missioni urban e near urban di E-Ducato, pronto ad affrontare le sfide del trasporto e della logistica a emissioni zero.
  • “La collaborazione di Arcese al progetto pilota ci consentirà di sviluppare il miglior veicolo elettrico possibile per la loro mission”, ha affermato Eric LaForge, responsabile LCV di Stellantis in Europa.
  • Nei 120 anni di storia di Fiat Professional, E-Ducato è il primo veicolo progettato e costruito non solo “per” i clienti, ma “insieme” ai clienti, grazie all’analisi dei fabbisogni e dei dati raccolti in oltre 50 milioni di chilometri di test.

 

In occasione del 40° anniversario del lancio del modello, Fiat Professional ha portato all’esordio la versione totalmente elettrica del Ducato: ideale per rispondere alle esigenze delle mission di trasporto con particolare efficacia in ambito urbano, E-Ducato nasce per conformarsi ai bisogni del cliente ed è stato concepito in collaborazione coi clienti stessi. Per la progettazione del bestseller di Fiat Professional in versione 100% elettrica sono stati raccolti e analizzati per più di 50 milioni di chilometri di test: un anno di lavoro su 4.000 veicoli termici in modo da realizzare un veicolo in grado di svolgere le stesse missioni di un mezzo termico ma a zero emissioni.

 

Sulla base di questi studi è stata prodotta una flotta di veicoli pre-serie a trazione elettrica, assegnati poi a rotazione a diversi clienti, che li hanno messi alla prova in condizioni di lavoro reali: un progetto pilota che ha visto il coinvolgimento di aziende prestigiose come ad esempio Arcese. Non a caso, tra gli elementi guida della strategia di Arcese la sostenibilità gioca un ruolo fondamentale su cui si fonda la partnership con Fiat Professional per un futuro più green anche nel mondo dei trasporti e della logistica. La partnership con Arcese Trasporti rientra nella strategia e-mobility di Stellantis, focalizzata sulla creazione di un sistema di collaborazioni multi-settore che permettano l’effettiva diffusione della mobilità sostenibile, in questo caso in ambito logistico. Per questo motivo, ai tavoli di lavoro congiunti ha sempre preso parte anche il team e-Mobility con la sua conoscenza in ambito di servizi di ricarica (privati e pubblici), progetti innovativi di stabilizzazione della rete elettrica “Vehicle To Grid” e realizzazione di app come Pro Fit by E-Ducato che permettono di simulare virtualmente le performance del nuovo mezzo elettrico di Fiat Professional.

 

E-Ducato sarà infatti utilizzato da Arcese per i prossimi due mesi come test pilota, nell’ambito di una collaborazione che permetterà ad Arcese di essere tra i primi operatori logistici a testare il mezzo e raccogliere così i dati necessari per valutare la possibilità di potenziare con E-Ducato la proposizione di autoveicoli a basso impatto ambientale destinati alle attività di distribuzione urban e near urban. La sperimentazione, inoltre, permetterà a Fiat Professional di raccogliere preziosi feedback relativi al nuovo E-Ducato.

 

Con l’E-Ducato Arcese servirà l’area metropolitana di Milano per le sfide dell’ultimo miglio in modalità triplicemente green: meno emissioni, inquinamento acustico inferiore e traffico ridotto nel centro città sono infatti tra le conseguenze sostenibili strettamente connesse all’utilizzo dell’E-Ducato, che grazie ad una portata significativamente maggiore a quella dei furgoni standard permette di ridurre il numero dei veicoli operativi in circolazione.

 

Il mezzo è stato consegnato ai primi di maggio alla presenza dei team di Fiat Professional, rappresentato da Salvatore Cardile, responsabile Marketing Italia per i Veicoli Commerciali & Converters, Angelica Carapezza, Electrification Programs Manager di Fiat Professional Europa e Daniele Ferraguto in qualità di District Sales Manager Italia oltre che Lorenzo Piccoli, Simona Melai e Carlo La Corte, rispettivamente Business Development Director, Sustainability Manager e Transport Technical Manager  del Gruppo Arcese.

 

Per Eric LaForge, responsabile LCV di Stellantis in Europa si tratta di un passo importante per una crescente integrazione di E-Ducato all’interno delle numerose realtà professionali come Arcese: “Siamo lieti che il Gruppo Arcese abbia rivolto l’attenzione al nostro brand partecipando con entusiasmo ad un progetto pilota che li vede protagonisti nella costruzione nel miglior veicolo elettrico possibile per la loro mission”.

 

“Siamo orgogliosi di essere parte di questo ambizioso progetto” afferma Matteo Arcese, Executive President del Gruppo, che prosegue: “La partnership con Fiat Professional è testimonianza dell’impegno reciproco delle nostre due aziende nella costante ricerca di soluzioni innovative per soddisfare le esigenze dei rispettivi clienti e diminuire la nostra impronta ecologica. Il mezzo della fase pilota è un pre-serie, per questo motivo lo proveremo su missioni sempre più impegnative sia come kilometraggio che come orari e tipologia di merce trasportata (in termini di peso). Una sfida che non ci spaventa: la promessa del nuovo E-Ducato, infatti, già dopo i primi giorni di test si allinea perfettamente con le nostre aspettative in termini di velocità, sicurezza, affidabilità ma soprattutto per gli aspetti “green”, grazie all’abbattimento delle emissioni di CO₂ in atmosfera”.

 

Torino, 14 maggio 2021

Altri contenuti

ALBUM

Iscriviti alla Newsletter.

ISCRIVITI ORA